SpaceX Crew Dragon Accident Un altro urto sulla strada per l'equipaggio commerciale

Una nave di recupero trasporta SpaceX

Una nave di recupero trasporta la prima capsula Crew Dragon di SpaceX fuori dall'Oceano Atlantico dopo l'ammaraggio dell'astronave l'8 marzo 2019. (Credito immagine: Cory Huston/NASA)



La strada tortuosa degli Stati Uniti verso l'autosufficienza dei voli spaziali umani ha appena preso un'altra svolta.

Sabato (20 aprile), una capsula SpaceX Crew Dragon ha riscontrato un'anomalia durante un test dei suoi motori di fuga SuperDraco, progettati per mettere in salvo gli astronauti in caso di emergenza di lancio.





Nessuno è rimasto ferito, ma la capsula, che ha effettuato con successo una missione dimostrativa senza equipaggio sulla Stazione Spaziale Internazionale (ISS) proprio il mese scorso, potrebbe aver subito gravi danni.

Imparentato: Il volo di prova della demo-1 di Crew Dragon di SpaceX in immagini



Questa particolare navicella spaziale è stata programmata per eseguire una prova di interruzione in volo questa estate, un test senza equipaggio di quei SuperDracos che aiuterà a spianare la strada al primo viaggio con equipaggio di SpaceX verso la ISS per la NASA. Quindi, se questo Crew Dragon non può andare, quelle pietre miliari chiave potrebbero essere spostate indietro in modo significativo.

Un ritardo difficilmente sarebbe senza precedenti; la linea temporale per il lancio degli astronauti americani dal suolo americano si è spostata ripetutamente a destra negli ultimi anni.



Riempire le scarpe della navetta

Gli Stati Uniti non sono stati in grado di portare persone da e verso l'orbita senza aiuto dal luglio 2011, quando la flotta di navette spaziali della NASA si è ritirata dopo 30 anni di servizio. Da allora, la NASA ha acquistato posti a bordo della navicella spaziale russa Soyuz, per oltre 80 milioni di dollari ciascuno ai prezzi attuali. (La Virgin Galactic ha effettuato due voli spaziali con equipaggio da dicembre 2018, ma la SpaceShipTwo di quella compagnia è un veicolo suborbitale.)

Questa dipendenza sarebbe sempre stata temporanea. La NASA ha iniziato a finanziare le attività dell'equipaggio commerciale nel 2010, nel tentativo di stimolare lo sviluppo di taxi astronauti privati ​​che riempiranno i panni della navetta. L'anno successivo, la NASA ha assegnato un totale di quasi 270 milioni di dollari a quattro società per tale lavoro: SpaceX, Boeing, Blue Origin e Sierra Nevada.

In quei primi giorni, l'obiettivo dichiarato era quello di mettere in funzione almeno un veicolo privato americano per il trasporto dell'equipaggio entro la fine del 2016 .

Nel 2014, Boeing e SpaceX sono emersi dal gruppo con premi multimiliardari dal Commercial Crew Program della NASA. Boeing ha ottenuto $ 4,2 miliardi per sviluppare la sua capsula CST-100 Starliner e SpaceX ha ottenuto $ 2,6 miliardi per Drago dell'equipaggio . All'epoca, la NASA disse che l'obiettivo era avere almeno una di quelle capsule operativa entro la fine del 2017.

I primi slittamenti del programma si sono verificati principalmente perché il Congresso non ha stanziato fondi sufficienti per l'equipaggio commerciale, hanno affermato i funzionari della NASA. E sia Boeing che SpaceX hanno recentemente riscontrato problemi tecnici, che si aggiungono ai ritardi.

Imparentato: Crew Dragon e Starliner: uno sguardo ai prossimi taxi astronauti

Problemi sul banco di prova

Boeing, ad esempio, aveva pianificato di effettuare una missione di prova senza equipaggio sulla ISS, l'equivalente di quella compagnia del volo Demo-1 recentemente completato da SpaceX, nell'agosto 2018.

Ma nel giugno dello scorso anno, è emerso un problema durante un test dei motori di interruzione del lancio di Starliner. Poco dopo, i rappresentanti di Boeing hanno annunciato che la società stava rinviando la missione di test, nota come Orbital Flight Test (OFT), alla fine del 2018 o all'inizio del 2019.

OFT è stato presto riorientato per marzo 2019, quindi aprile, maggio e infine agosto. I rappresentanti di Boeing hanno attribuito quest'ultimo errore a potenziali conflitti con un'altra missione lanciata dalla Cape Canaveral Air Force Station in Florida questa primavera; Starliner avrebbe avuto solo una finestra di due giorni a maggio per alzarsi e uscire, e quello era troppo stretto per il comfort.

L'OFT avverrà dopo un test completo del sistema di interruzione del lancio di Starliner. Quel 'test di interruzione del tampone' è programmato per questa estate.

Boeing punta ancora a far volare il suo primo volo di prova con equipaggio sulla ISS prima della fine dell'anno, hanno affermato i rappresentanti della compagnia. Infatti, Il programma dell'equipaggio commerciale della NASA elenca 'fine 2019' come data obiettivo corrente.

SpaceX mirava a lanciare il suo test di interruzione in volo questo giugno. Se ciò fosse andato bene, una missione dimostrativa con equipaggio sulla ISS, nota come Demo-2, sarebbe potuta partire già a luglio. Quelle date target cambieranno quasi sicuramente a causa dell'anomalia di sabato, ma è troppo presto per ipotizzare di quanto.

'Ci saranno sicuramente ritardi, perché a quanto pare sia la capsula che il banco di prova sono andati persi', ha affermato l'esperto di politica spaziale John Logsdon, professore emerito di scienze politiche e affari internazionali presso la Elliott School of International Affairs della George Washington University di Washington, DC

'Ma penso che sia prudente aspettare di ottenere qualche informazione in più prima di iniziare a parlare di settimane, mesi o anni', ha detto a Space.com.

Parte del business

Logsdon ha anche sottolineato che tali battute d'arresto non sono terribilmente sorprendenti; vengono con il territorio di sviluppare un nuovo veicolo spaziale con equipaggio.

'Siamo già stati su questa strada prima', ha detto. 'Devi ricordare alla gente che durante lo sviluppo della navetta abbiamo avuto motori che si sono esplosi e, chiaramente, abbiamo avuto l'incendio dell'Apollo 1.'

(Quell'incendio, che ha avuto luogo durante un test di lancio il 27 gennaio 1967, è una delle più grandi tragedie della NASA. Ha causato la morte degli astronauti Gus Grissom, Ed White e Roger Chaffee.)

I funzionari della NASA hanno fatto lo stesso punto, sottolineando che lo sfortunato evento di sabato offre la possibilità di rendere Crew Dragon un veicolo migliore e più sicuro.

'Questo è il motivo per cui testiamo', ha dichiarato il capo della NASA Jim Bridenstine in una nota. 'Impareremo, apporteremo le modifiche necessarie e andremo avanti in sicurezza con il nostro programma commerciale per l'equipaggio'.

C'è anche un'altra lezione qui: l'incendio dell'Apollo 1, le perdite delle navette Challenger e Colombia e altri disastri di voli spaziali ci hanno perforato.

'È la prova che inviare persone nello spazio è difficile', ha detto Logsdon. 'Penso che sia importante fare un respiro profondo, valutare cosa è realmente accaduto e risolverlo, perché dobbiamo ritrovare la capacità di lanciare le persone'.

Il libro di Mike Wall sulla ricerca della vita aliena, ' Là fuori ' (Grand Central Publishing, 2018; illustrato da Karl Tate ), è ora disponibile. Seguilo su Twitter @michaeldwall . Seguici su Twitter @Spacedotcom o Facebook .