Astronavi reali e amore sdolcinato: 'Lo spazio tra di noi' offre

'The Space Between Us' (2017) presenta Asa Butterfield come un ragazzo di 16 anni nato su Marte che si innamora di qualcuno sulla Terra (interpretato da Britt Robertson). (Credito immagine: STX Entertainment)



Un nuovo film di fantascienza, ' Lo spazio tra di noi ,' esce oggi nei cinema (3 febbraio), e potrebbe essere la storia d'amore adolescenziale più distanziata di sempre.

Il film PG-13 è chiaramente rivolto al pubblico più giovane, ma se ti piacciono Marte, gli astronauti e le fantastiche astronavi, questo film vale la pena guardarlo, anche se un paio di scene d'amore adolescenziali carine e sdolcinate provocano momentanei sentimenti di imbarazzo. Con una trama unica e una rappresentazione realistica dell'esplorazione spaziale, è un film che i fan dello spazio e della fantascienza di tutte le età dovrebbero vedere. [ 'Lo spazio tra di noi' (foto del film) ]





Missioni umane su Marte sono stati per decenni un argomento caldo nelle storie di fantascienza a tema spaziale. 'The Space Between Us' introduce una nuova interpretazione di questa trama familiare, mostrando al pubblico un nuovo tipo di avventura interplanetaria: il primo viaggio di un giovane colono di Marte sul pianeta Terra.

'The Space Between Us' (2017) presenta Asa Butterfield come un ragazzo di 16 anni nato su Marte che si innamora di qualcuno sulla Terra (interpretato da Britt Robertson).(Credito immagine: STX Entertainment)



'The Space Between Us' racconta la storia della prima persona nata sul Pianeta Rosso, che accade dopo che un astronauta scopre di essere incinta durante il viaggio verso la colonia di Marte. Nel tentativo di evitare uno scandalo, la società fittizia di voli spaziali privati ​​incaricata della missione sceglie di mantenere il segreto sul bambino.

Sedici anni dopo, il nativo marziano, di nome Gardner Elliot, fa il suo primo viaggio sulla Terra. Lì, spera di trovare suo padre e conquistare il cuore di una ragazza di nome Tulsa, che ha incontrato online mentre viveva su Marte.



Il viaggio, però, non va così liscio come previsto. Tulsa si rifiuta di credere che Gardner sia di Marte e la ricerca del padre del ragazzo si trasforma in un inseguimento della polizia a livello nazionale. A peggiorare le cose, la salute di Gardner peggiora rapidamente mentre il suo corpo lotta per adattarsi a un nuovo mondo che ha il 62% di gravità in più rispetto a dove è nato. Questo nuovo ambiente fa pesare il suo corpo circa tre volte di più rispetto a quanto pesasse su Marte.

Nella gravità terrestre, il cuore di Gardner lotta per pompare adeguatamente il sangue attraverso il suo corpo. Una tale condizione può portare a una carenza di flusso di ossigeno tra i polmoni e il resto del corpo, ha detto a Space.com Scott Hubbard, lo 'zar di Marte' della NASA che è stato consulente scientifico per il film. Così Gardner finisce per correre contro il tempo per trovare suo padre prima che scada il suo tempo. [ In che modo la gravità zero influisce sui cuori degli astronauti nello spazio ]

Poiché attualmente non c'è modo di sapere con certezza come reagirebbe il corpo umano a una situazione come quella di Gardner, il produttore del film Richard Lewis ha consultato diversi esperti medici, inclusi cardiologi e chirurghi di volo, per trovare lo scenario più plausibile.

I realizzatori hanno chiaramente studiato i veicoli spaziali e i concetti del mondo reale, includendone molti nel film. Ciò include il nuovo razzo della NASA, lo Space Launch System (SLS), che è ancora in fase di sviluppo e dovrebbe essere lanciato nel 2018. Nel film appare anche Dream Chaser, un concetto di veicolo spaziale simile a una navetta della Sierra Nevada Corporation. I realizzatori, infatti, hanno avuto a disposizione un vero e proprio prototipo del Dream Chaser.

Nel film, per raggiungere Marte, un veicolo di ascesa viene lanciato a bordo dell'SLS e attraccato al Mars Transfer Vehicle (MTV), che sembra un incrocio tra la Stazione Spaziale Internazionale e il concetto di 'campo base' di Lockheed Martin. L'MTV fa quindi un viaggio di sei-nove mesi su Marte, dove il veicolo rimane in orbita dopo che gli astronauti hanno guidato un veicolo di discesa fino alla superficie del pianeta. Il ritorno sulla Terra segue lo stesso processo. Quando gli umani alla fine andranno su Marte, questo potrebbe benissimo essere il modo in cui lo fanno.

Concetti tecnologici a parte, una cosa che distingue questo film dagli altri film spaziali è la sua forte attenzione alle emozioni umane e allo sviluppo del personaggio. Nella maggior parte dei film spaziali, 'l'attenzione tende a concentrarsi sull'hardware e non tanto sulle persone, il che rende questo film unico', ha detto Hubbard.

Anche se le storie d'amore adolescenziali non sono il tuo stile, vale la pena dare un'occhiata a questo film.

Invia un'e-mail a Hanneke Weitering a hweitering@space.com o seguila @hannekescience . Seguici @Spacedotcom , Facebook e Google+ . Articolo originale su Space.com .